Prestiti in un’ora senza busta paga: La guida completa per ottenerli

Talvolta può accadere di ritrovarsi in una situazione economica non particolarmente florida; a causa della crisi crescente, o dell’offerta di lavoro più scarsa. Oggi avere la sicurezza di uno stipendio è davvero difficile, e gli inconvenienti sono spesso in agguato dietro l’angolo.

Tuttavia, per cercare di arginare almeno in parte i problemi, ci sono una serie di possibilità pensate e progettate per dare un po’ di respiro a chi ne ha bisogno, offrendo delle soluzioni di mini prestito senza busta paga: tale opzione segue una logica che merita un adeguato approfondimento.

Prestito senza busta paga: chi può beneficiarne?

Come anticipato, qualora si dovesse versare in condizioni economiche purtroppo non idilliache, usufruire di un mini prestito senza busta paga può rivelarsi sicuramente utile; è interessante a questo punto, cercare di capire a chi sia effettivamente riservata questa opzione di prestito.

Il mini prestito senza busta paga è stato ideato per tutte quelle categorie di lavoratori non dipendenti, vale a dire per quelle persone che non percepiscono uno stipendio fisso e non hanno una garanzia reddituale; nella fattispecie, si parla di: casalinghe, liberi professionisti o studenti senza un contratto di lavoro.

Come è facilmente intuibile, per poter accedere a questa particolare configurazione creditizia, sono necessari una serie di requisiti imprescindibili: bisogna avere un minimo di 18 anni ed un massimo di 70, essere residenti in Italia, ed avere un IBAN per semplificare le operazioni di accredito.

Le garanzie necessarie da possedere per restituire il mini prestito

Sebbene tale opzione non necessiti di un contratto di lavoro, trattandosi di un prestito è comunque importante dimostrare alla banca di avere la possibilità di restituire interamente la cifra erogata. Ecco dunque spiegato perché l’importanza di essere in possesso di determinate garanzie reddituali.

La fideiussione, ad esempio, è un mezzo attraverso il quale ottenere il prestito senza busta paga: grazie alla presenza di un terzo soggetto che fa da garante, infatti, è possibile ottenere la somma desiderata, poiché il fideiussore sarà la garanzia su cui la banca farà affidamento qualora insorgessero imprevisti vari.

Tuttavia, è doveroso precisare che la presenza del fideiussore all’atto della sottoscrizione del contratto è imprescindibile; inoltre, è fondamentale che abbia con sé il contratto di lavoro o la dichiarazione dei redditi da presentare alla banca.

Nel caso si fosse liberi professionisti, si potrà ottenere il mini prestito presentando alla banca la propria dichiarazione dei redditi, mezzo necessario per poter ottenere la somma desiderata.

Qualora si fosse in possesso di rendite eventuali come ad esempio degli immobili che fruttano l’affitto ogni mese, sarà possibile utilizzare la dichiarazione di fine anno come titolo di garanzia al fine di ottenere il prestito da parte dell’istituto di credito.

Quali sono le modalità attraverso le quali richiedere il mini prestito?

Una volta compreso tutto ciò che serve per avere un mini finanziamento, è il momento di cercare di comprendere quali siano i mezzi per presentare formale richiesta. Grazie all’apporto fondamentale della tecnologia, anche online si può inoltrare la domanda.

La richiesta, infatti, può essere fatta sia allo sportello dell’istituto di credito scelto al fine anche di chiedere la fattibilità del prestito ed un eventuale preventivo, sia attraverso il computer, cercando sul web una delle tante finanziarie che si occupano di questa tipologia di servizio.

La cosa più importante è essere in possesso di tutti quelli che sono i documenti per presentare formale istanza, così da accelerare ulteriormente i tempi per l’ottenimento del prestito.

Documenti necessari per richiedere il mini prestito: quali sono

Il primo da portare con sé è un documento d’identità in corso di validità, seguito dalla tessera sanitaria ove è presente il Codice Fiscale, i documenti finanziari che attestano la propria capacità reddituale e l’IBAN del conto corrente.

Qualora si richiedesse l’intervento di una terza persona in qualità di garante, è necessario che egli abbia con sé un documento d’identità ed il contratto di lavoro o dichiarazione dei redditi.

Se invece il reddito proviene da eventuali proprietà immobiliari e simili, sarà necessario presentare il contratto di affitto; per persone che sono giuridicamente separate o divorziate, invece, la garanzia sarà dettata dal relativo assegno di mantenimento.

Mini prestito in meno di un’ora: è una realtà davvero possibile?

Contrariamente a quanto si possa pensare, ottenere un prestito in meno di un’ora è possibile a patto che vi siano una serie di requisiti fondamentali: in caso di una situazione reddituale sicura, si potrà beneficiare istantaneamente di questa particolare tipologia di prestito.

Ci sono altre circostanze secondo cui la banca può accontentare le richieste del cliente: queste si configurano nel caso in cui il richiedente è già correntista della banca o se la somma richiesta non è eccessivamente alta; in tal caso, in un’ora o in massimo 24 ore la banca può procedere all’erogazione.

Quali sono gli istituti di credito che offrono tale opzione?

Le banche che possono erogare prestiti in meno di un’ora sono molteplici: si pensi ad esempio a Findomestic o Agos, che grazie alla loro comprovata esperienza nel settore, possono soddisfare le richieste dei clienti senza dover essere necessariamente in possesso della busta paga. Andando così a risolvere in maniera concreta le difficoltà economiche di coloro i quali ne facciano istanza.

In definitiva, è pacifico affermare che richiedere un mini prestito in meno di un’ora sia una realtà fattibile; posta in essere una formale richiesta, e una volta raccolti i documenti necessari per poter procedere, avere un prestito è praticamente un gioco da ragazzi.

Grazie a questa opzione, sono tante le persone in grado di risollevarsi economicamente, specialmente in un periodo caratterizzato da così tante incertezze dettate da molteplici fattori di vario genere.

Con una rapida ricerca sul web, dunque, si avrà la possibilità di venire a conoscenza dei tanti istituti di credito in grado di erogare prestiti in meno di un’ora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *